Cdr Agi: Di battista non metta in dubbio la nostra libertà

0
392
Agi

L’onorevole Alessandro Di Battista, ospite di Otto e mezzo su La7, si e’ inopinatamente scagliato contro l’Agi e la sua proprieta’, l’Eni, sostenendo che l’Agenzia Italia non potra’ mai dare notizie negative che riguardino il suo editore, a cominciare dalle inchieste della magistratura.

Il Cdr dell’Agi non intende far passare sotto silenzio questo genere di falsita’, che ledono la dignita’ professionale dell’intera redazione. E’ la prima volta che l’Agi viene additata come testata autocensurata. E senza contraddittorio.

Peccato che alcune ore prima della trasmissione tv, il notiziario Agi avesse dato proprio la notizia impossibile, quella di cui non avremmo scritto mai secondo l’onorevole Di Battista: avrebbe potuto leggerla, come tutti i parlamentari sono in grado di fare con il sistema fornito dalla Camera che offre loro i lanci di tutte le agenzie.

Ed era stata pubblicata non per un caso ma perche’ questa agenzia ha sempre dato anche queste notizie, anche quelle scomode per l’editore.

Ai giornalisti dell’Agi, e diamo cosi’ una notizia all’onorevole Di Battista, non e’ mai stato chiesto di camuffare o peggio omettere una notizia.

Da sempre l’agenzia segue con completezza e imparzialita’ i principali fatti italiani ed esteri senza condizionamenti di sorta, fornendo agli abbonati un’informazione completa e obiettiva.

 

Il Cdr dell’Agi