ASR su giornalisti reti Rai: riconosciamo il contratto di lavoro

0
121
rai

Salutiamo con viva soddisfazione il richiamo forte della Fnsi e dell’Usigrai sulla condizione in cui versano i giornalisti che lavorano nelle reti dell’azienda di servizio pubblico.

Centinaia i colleghi che fanno giorno per giorno i giornalisti senza riconoscimento contrattuale e previdenziale adeguato, dalle trasmissioni di punta ai canali di pubblica utilità, con un ruolo di primissimo piano per quanto accade a Roma.

Il tavolo di confronto chiesto da Fnsi e Usigrai a viale Mazzini è la cornice nella quale consegnare proposte adeguate.

Partiamo da quella consegnata da Stampa Romana ai vertici del sindacato dei giornalisti sei mesi fa.

Applichiamo il contratto base Fieg-Fnsi a tutti i colleghi.

Sarebbe una proposta che terrebbe conto del momento di incertezza sui conti aziendali ma che assicurerebbe a tutte le parti del tavolo alcuni obiettivi irrinunciabili: il rispetto della legalità contrattuale e previdenziale, la garanzia dei diritti derivanti dal contratto, anche sindacali, ai colleghi delle reti, la fine dell’imponente contenzioso legale connesso al corretto inquadramento professionale.

Ricordiamo che Stampa romana da anni appoggia le iniziative rivolte all’applicazione dei diritti, offrendo il proprio sostegno ai colleghi non contrattualizzati con il riconoscimento sindacale dei comitati di redazione sorti spontaneamente in molte redazioni delle reti e dei servizi di pubblica utilità.

Segreteria Associazione Stampa Romana