“Disseminazione e comunicazione” nei progetti europei

Come i giornalisti possono sviluppare nuove professionalità nell'ambito della progettazione comunitaria: ne parliamo giovedì 25 ottobre, alle 11.30, nella nostra sede

0
74

“Disseminazione e comunicazione” ovvero come i giornalisti possono sviluppare nuove professionalità nell’ambito della progettazione comunitaria.

Nella progettazione comunitaria un posto importante è occupato – e sempre di più sarà così in futuro –  dai processi di disseminazione e comunicazione, attività nelle quali più che mai i giornalisti possono trasmettere la loro esperienza. E, soprattutto in un periodo in cui l’editoria, al pari di altri settori, non vede ancora una via d’uscita dalla crisi, è più che mai importante lanciare uno sguardo oltre il tradizionale modo di “fare informazione” sviluppando le proprie competenze e scoprendo nuove professionalità.

Nei progetti europei le fasi di disseminazione e comunicazione – diverse e tra loro complementari –  stanno assumendo un posto sempre più importante all’interno della stessa progettazione dando luogo a una specifica disciplina. E chi meglio del giornalista vi si può inserire trasferendovi tutta la propria esperienza?

Per raggiungere questo obiettivo è, però, necessario che il giornalista da una parte approfondisca, almeno per grandi linee, i temi della programmazione comunitaria e del contesto dato dalle politiche europee e, dall’altra, comprenda gli scopi di un piano di disseminazione, il modo in cui applicarlo, l’intera strategia di disseminazione, i soggetti ai quali è rivolta riuscendo a differenziare il messaggio anche in base ai diversi programmi europei. 

Per approfondire questi aspetti, organizziamo un incontro per giovedì 25 ottobre alle ore 11,30 presso Stampa Romana nella sala Angelici al primo piano di Piazza della Torretta, 36.

L’incontro sarà svolto dalla collega Virginia Alimenti, che seleziona per Stampa Romana le disponibilità di bandi regionali, nazionali e comunitari.

Non mancate!

Immagine di default