Istituita con le altre in aprile 2015, la macro area Enti di Categoria è specificatamente indirizzata ad un aspetto – il welfare – che è di evidente assoluto interesse per i giornalisti, per tutti i giornalisti e per i loro familiari. Un welfare, l’Inpgi per la previdenza e la Casagit per l’assistenza sanitaria integrativa che, nel corso dei decenni, i giornalisti hanno costruito con le loro esclusive risorse e che hanno sempre gestito direttamente: non certo un privilegio, dunque, ma una conquista edificata giorno dopo giorno e che oggi deve essere attentamente e strenuamente difesa. Il nostro welfare sta infatti pagando un prezzo alto ad una crisi di sistema che ha riflessi particolarmente pesanti sulla categoria. Il contrarsi dell’occupazione, il livellamento al ribasso delle retribuzioni inevitabilmente trasferiscono minori risorse al welfare e altrettanto inevitabilmente Inpgi e Casagit devono restringere prestazioni e spazi di intervento: un’azione comunque dolorosa.

Un’area di riflessione sulla previdenza e sull’assistenza sanitaria dei giornalisti.
Contributi concreti per il welfare della categoria

La Macro area Enti di Categoria è nata per dare un contributo non rituale. Si riunisce su iniziativa di uno dei coordinatori, o su stimolo di un gruppo di giornalisti, per affrontare e discutere informalmente con assoluta libertà i problemi della vita dell’Inpgi e della Casagit. In sostanza, si propone come uno strumento di lavoro flessibile, aperto alla massima partecipazione dei colleghi, iscritti o meno al sindacato, per offrire informazioni sulla vita degli Enti (informazioni particolarmente rilevanti, in questa congiuntura) ma anche – e forse soprattutto – per ascoltare istanze, recepire spunti e idee da sottoporre poi alla valutazione e, se del caso, all’iniziativa sindacale. Coordinatori: Mario Antolini (fiduciario Casagit), Ida Baldi (fiduciario INPGI), Gianni Todini e Paolo Tripaldi (vicario)

Ultimi articoli

LINK UTILI