Non c’è rilancio di Roma senza informazione di qualità

0
533

Oggi è il primo giorno di servizio a Milano dei colleghi di Libero. Il trasferimento è stato compiuto cancellando la presenza e il racconto da e per la Capitale di una intera redazione.

Tra un mese dovrebbe toccare ai colleghi di Sky completare il trasloco.

Le ragioni dell’impoverimento produttivo del nostro territorio sono tutte in piedi e, pur con logiche diversissime, strumentali e paradossali, rientrano nelle decisioni assunte dagli editori.

Mercoledì istituzioni e sindacati dovrebbero iniziare a parlare del futuro di Roma con atti concreti e condivisi. Il futuro che disegneranno non può prescindere da una informazione di qualità, degna della Capitale, e da un settore industriale che la produca e la sostenga.

Segreteria ASR

Immagine di default