“Ora tutti conoscono la realtà di Ostia, io ho fatto solo il mio lavoro che è quello di informare. Rifarei tutto ed è giusto essere qui, anche se ho pagato con la mia libertà personale“. Una Federica Angeli visibilmente emozionata si è presentata questa mattina davanti al tribunale di piazzale Clodio dove era attesa per testimoniare nel processo contro Armando Spada.

Davanti all’ingresso del palazzo di giustizia si è svolto il sit-in al quale abbiamo partecipato anche noi di Stampa Romana, al fianco dei rappresentanti della Fnsi, il segretario generale Raffaele Lorusso e il presidente Giuseppe Giulietti, dell’Ordine dei giornalisti, con il presidente Carlo Verna e il segretario Guido D’Ubaldo, di Usigrai, Articolo21, Ordine dei giornalisti del Lazio e Rete NoBavaglio.

LA GALLERY

Con i colleghi, a manifestare il proprio sostegno e la propria vicinanza a Federica, c’erano però anche tanti cittadini comuni, studenti e persone che hanno voluto dire alla collega di Repubblica: “Federica, non sei sola”. “Sono contenta di vedervi tutti qui – ha detto Federica – in quell’aula voi sarete tutti con me”.

I VIDEO

LE PAROLE DI FEDERICA ANGELI

GRAZIELLA DI MAMBRO (MACROAREA ARTICOLO 21 ASR)

GIOVANNI DEL GIACCIO (MACROAREA ARTICOLO 21 ASR)

Immagine di default