Si è svolta ieri sera la cerimonia di premiazione del Mojo Italia Festival 2018, evento dedicato al giornalismo mobile, che chiuderà questa mattina nella nostra sede di piazza della Torretta con il seminario di Nello Scavo “Posa quel telefonino”. Migliaia i giornalisti e gli operatori dell’informazione che hanno partecipato alle giornate d’esordio del festival dimostrando così attenzione e interesse al futuro di una categoria di professionisti che si sta rinnovando.

Il segretario di Stampa Romana, Lazzaro Pappagallo, il direttore dell’evento Nico Piro, inviato del Tg3, e il filmaker Enrico Farro, ideatori e promotori del primo festival del giornalismo mobile in Italia, possono dirsi soddisfatti e confermare il successo della loro intuizione vincente. ‘Introduzione al mobile journalism’, ‘Cybersecurity e giornalismo’, ‘Come realizzare un montaggio su Android e Ios’, sono solo alcuni dei temi che hanno caratterizzato i seminari e gli approfondimenti promossi nella tre giorni ‘Mojo’. E poi, dalla teoria alla pratica, tanto lo spazio riservato al concorso. I migliori prodotti realizzati in Italia e all’estero sono stati scelti dalla giuria presieduta dall’inviato di Sky Tg 24 Pio d’Emilia tra 824 lavori (arrivati da 82 Paesi del mondo).

Un momento della premiazione di ieri sera

Di seguito i nomi di tutti i vincitori della prima edizione del Mojo Italia Festival:

SEZIONE ITALIA

Finalisti:

VINCITORE

MURO TORTO HORROR TOUR di Marco Agostini, premiato con un’opera di Glauco Cambi scultore, designer e orafo romana, dal laboratorio poco distante da San Pietro che racconta l’essenza del mobile journalism. Al vincitore anche una borsa Manfrotto, un Rig della ShoulderPod X1 Pro e uno smartphone One Plus 6.

Menzioni speciali:

IL PADRE DELL’ATTORE di Paolo Di Giannantonio, premiato con uno stabilizzatore della Freefly Movi;

DISABILITY DAY di Alessandro Guarasci, premiato con BeastGrip con lente Pro;

OPENING THE DOOR di Giordano Cagnin, premiato con uno smarthphone One Plus 6;

THE FROZEN WAY OF THE MIGRANTS-BELGRADE di Claudio Locatelli, premiato con un coupon Feelmatic.

SEZIONE MONDO

Finalisti:

VINCITORE

A LIFE LONG AMBITION di Imran Azam, premiato con la statua di Glauco Cambi, una borsa Manfrotto, un dreamgrip completo e uno smartphone OnePlus 6.

Menzioni speciali a The Wind Phone, cui è andato uno stabilizzatore FREEFLY Movi, a A Little Bit Like Calm di Ela Kir a cui va 1 KIT iOgrapher, a Anpadh di Ayush Tandon a cui va 1 microfono ZOOM F1 messo a disposizione da Mogar Music.

Tanti gli aspiranti ‘mojers’ che si sono misurati nella terza ‘competizione’, quella dell’estemporanea lanciata, insieme al mainsponsor Mastercard, nell’ambito della tre giorni del Mojo Italia Festival intorno al tema ‘Sogni e passioni particolari’ con l’obiettivo condiviso dagli organizzatori e dagli sponsor nell’intento di “accendere una scintilla creativa e spingere gli altri ad un cambiamento positivo della società”.

Vincitrici del premio ‘estemporanea’

I HAVE A DREAM di Maria Dolores Piacciau, Maddalena Santucci, Anna Trebbi. A loro oltre all’opera di Glauco Cambi sono andate anche una borsa Manfrotto, un BeastGrip con lente Pro e uno smartphone OnePlus.

Gli altri due lavori finalisti sono “Le note di Figaro” di Filippo Golia e “Sogni e passioni straordinarie” di Andrea Millozzi.

Premio speciale Mastercard 2018

Finalisti:

VINCITORE

“Cleaning up other people’s mess” di Vytse Vellinga. Breve documentario di un uomo che raccoglie la plastica per cercare di impedirgli di raggiungere il mare.

LE FOTO DELLA SERATA

All’interno della tre giorni anche una competizione tutta dedicata ai ‘social’. Di seguito i vincitori:

Twitter: il post con il contenuto di testo più originale
NELLO DEL GATTO

Twitter: il post con contenuto video più originale
IL TEAM DI SOCIAL MEDIA COSI

Twitter: il post con il contenuto fotografico più originale
FRANCESCA FERRARA

Instagram: Migliore storia
FLAVIA SCALAMBRETTI

Facebook: il post più condiviso con il tag Mobile Journalism Italia
FULVIO VENTURA

Instagram: la foto più bella che racconta uno dei seminari
ANDREA MILLOZZI

Twitter: il tweet più retwittato
GIOVANNI PETRELLI

Miglior contenuto social realizzato durante il seminario PHOTO-VIDEO WALK
ANNA COLACORI

Miglior storia su Instagram taggando 5 amici e spiegando loro perché hanno fatto male a perdersi il festival
VERONICA AMOROSO

Miglior video: i 3 momenti Mojo più Belli per Te
NICOLETTA ESPOSITO

PREMI SOCIAL SPECIALI:

  • LOREDANA GELLI per il miglior post Instagram e per il suo impegno alla diffusione di nuovi prodotti multimediali;
  • NICOLETTA COTTONE per il miglior tweet e per il suo impegno alla diffusione di nuovi prodotti multimediali;
  • STEFANIA GIACOMINI per il miglior video realizzato durante i seminari e per il suo lavoro in “Good in Italy web tv”.

Immagine di default