Cdr Radio radicale su scomparsa Massimo Bordin

0
63

Con Massimo Bordin se ne va un giornalista libero, se ne va una voce autorevole della stampa e rimane invece il regime, quel regime che tutte le mattine, fino all’ultimo, ha raccontato e spiegato agli italiani, con la sua memoria storica, con la sua lucida intelligenza e la sua ironia.

Nei diciannove anni della sua direzione della Radio ci siamo confrontati e a volte anche scontrati, duramente ma sempre lealmente e ognuno di noi da lui ha imparato qualcosa.

I giornalisti di Radio Radicale, che si stringono attorno alla famiglia, gli devono molto e anche questo Paese, che da oggi ha una coscienza critica in meno.

Immagine di default