Giornalisti aggrediti, colpevoli impuniti: corso di formazione a Palazzo Madama

Per celebrare la giornata internazionale dell’ONU per porre fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti (IDEI) Ossigeno per l’Informazione ha organizzato un convegno internazionale e un corso formazione che si terrà a Roma il 22 ottobre, nella Sala Koch di Palazzo Madama, dalle 9:30 alle 13:30.

Per l’occasione Ossigeno diffonderà gli ultimi dati italiani sugli episodi di minaccia, intimidazione e ritorsione e quanti di essi non ottengono giustizia.

Il corso, come detto, è promosso da Ossigeno per l’Informazione e dal Centro Europeo per la libertà di stampa e dei media (ECPMF), con il patrocinio dell’UNESCO e in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti del Lazio.

LE TEMATICHE

  • Le carenze della legislazione e della giurisprudenza italiana ed europea
  • Omissioni e inadempienze
  • Proposte in campo

Ospite d’onore il direttore della Divisione per la Libertà di Stampa dell’UNESCO, il giornalista sudafricano Guy Berger, che ha lottato contro l’apartheid. Prenderanno la parola, fra gli altri: Guy Berger, Vito Crimi, Pietro Grasso, Angelo Marcello Cardani, Mario Morcellini, Nicola Marini, Alberto Spampinato, Giuseppe F. Mennella, Raffaella Della Morte, Andrea Di Pietro, Lutz Kinkel.

L’incontro è accreditato come evento a carattere deontologico (6 crediti) per la formazione continua dei giornalisti che si iscrivono sulla Piattaforma Sigef (nella sezione “Corsi ODG”, titolo: “Querele intimidatorie e minacce. Come prevenirle”).

Tutti gli operatori dell’informazione che seguono l’evento per le proprie testate devono accreditarsi presso l’Ufficio stampa del Senato, secondo le modalità consuete, inviando un fax al numero 06.6706 2947.

Immagine di default