Torna Mojo Italia: la seconda edizione a Roma dal 27 al 29 settembre

0
284


Tutto è cominciato alla fine del 2017 tra esperimento e scommessa anche sulla scia dell’esperienza di formazione a Stampa Romana e della comunità di esperti ed appassionati che ha aggregato.

Alla fine Mojo Italia si è trasformata nella più grande operazione di formazione professionale gratuita per giornalisti che si ricordi da anni in Italia. Quindici i seminari “tutto esaurito”, con oltre 1200 iscrizioni

Questi dati ci hanno spinto a riproporre il festival anche nel 2019: l’appuntamento si conferma alla Casa del Cinema di Villa Borghese sempre alla fine di settembre (nel fine settimana dal 27 al 29 settembre). La macchina organizzativa è già in moto per dare a Roma, ai colleghi del Lazio e in generale ai giornalisti italiani (tanti quelli venuti da fuori regione l’anno scorso) l’occasione di confrontarsi con l’universo di occasioni professionali che lo smartphone mette a disposizione.

Formazione e Informazione


Dai social media al racconto per immagini con attrezzature leggere, dalle riprese aeree a quelle con le action camera per ottenere “angoli” impossibili e storie di grande impatto ma anche un’immediata condivisione multi-piattaforma.
In una panorama dove ormai i generi tendono a incrociarsi e contaminarsi (dove finisce il documentario e comincia il reportage? per dirne una) anche quest’anno parleremo non solo ai giornalisti ma anche ai videomaker e comunicatori in genere.

Mentre le crisi nel settore del giornalismo, tra chiusure e trasferimenti, restano all’ordine del giorno, il festival è un piccolo contributo per tenere/rimettere colleghi sul mercato ma anche per aprire nuove strade al fine di portare i contenuti giornalistici nei “luoghi” dove si sono spostati oggi i fruitori che tempo si affollavano davanti alla tv o vicino alle edicole.


Il festival conferma il suo assetto con organizzazione di Stampa Romana e Associazione Italiana Filmaker e direzione di Nico Piro con un programma fatto di seminari di aggiornamento professionale e di approfondimento ma anche con il concorso per prodotti realizzati con lo smartphone. Anche quest’anno proviamo a fare tutto con le nostre forze, senza fondi pubblici e puntando a coinvolgere sponsor privati.


Restate sintonizzati…ops…collegati per le prossime novità.