Stop a emendamento su Radio radicale: conseguenze sociali gravissime

0
244


È molto grave la decisione delle Commissioni bilancio e finanza della Camera di non ammettere l’emendamento della proroga di sei mesi della convenzione di Radio radicale per un valore di tre milioni e mezzo di euro.

L’emendamento era stato proposto dalla Lega.

Bocciati altri emendamenti simili proposti da altre forze politiche.

Il Parlamento certifica in questo modo la fine del rapporto con una emittente che ha dimostrato nei fatti di svolgere autentico servizio pubblico con evidenti conseguenze sociali e occupazionali.

Invitiamo i colleghi alla mobilitazione e sosteniamo Radio radicale perché non chiuda le trasmissioni e faccia sentire forte e chiara la sua voce.

Segreteria ASR

Immagine di default