Uffici stampa negli uffici giudiziari

0
273

È importante l’apertura del vicepresidente Ermini del Consiglio superiore della magistratura alla individuazione e creazione di uffici stampa gestiti da giornalisti all’interno dei principali uffici giudiziari italiani.
Ermini si muove in coerenza con le linee guida licenziate un anno fa dal Csm proprio sulla “comunicazione giudiziaria”.


Aggiunge una cosa fondamentale. Riconosce l’utilità del presidio di un giornalista per spiegare con esattezza cosa accade all’interno di sentenze, provvedimenti e decisioni dei giudici in un mondo in cui è doverosa e necessaria una comunicazione certificata e corretta perché proviene da luoghi sensibili come Procure e tribunali in cui sono in gioco diritti costituzionali.


Sono questioni che stampa romana ha affrontato nei corsi e convegni organizzati con l’Associazione Nazionale Magistrati sui quali c’è  sempre stato mutuo riconoscimento del valore della nostra professione.


Ci attendiamo ora azioni anche in accordo con l’Ordine dei giornalisti in grado di valorizzare il nostro ruolo e rendere un servizio utile agli operatori del settore e ai cittadini.

Segreteria ASR 

Immagine di default