Assemblea Siai il 27 giugno al Don Orione: scelta del nuovo Direttivo e no al caro affitti

0
241

Roma 12 giugno 2019 – L’appuntamento è per giovedì 27 giugno, alle ore 18, al Don Orione, in via della Camilluccia 120. Il Siai, sindacato inquilini dell’Inpgi, chiama a raccolta i suoi soci e tutti coloro che quel giorno vorranno iscriversi, per un’assemblea di grande importanza. Perché sarà un’assemblea elettiva: si tratta infatti di rinnovare il Consiglio direttivo del nostro sindacato, che è scaduto alla fine dello scorso anno ed è stato tecnicamente prorogato, con voto assembleare, per seguire l’ultima, imprevista quinta tranche di vendite, partita nello scorso autunno.

E, seconda ragione, per fare il punto sulla “vertenza affitti”. In gioco è la sigla con la controparte di un accordo integrativo su circa 250 contratti scaduti negli immobili rimasti in affitto: la vertenza, innescata dalla richiesta della proprietà di aumentare i canoni del 5 per cento, è molto dura. Sunia, Siai e gli altri sindacati si oppongono agli aumenti, e hanno ribadito la loro posizione in un incontro con Investire, avvenuto lunedì 10 giugno.

A scrutinio segreto, l’assemblea del 27 giugno sceglierà quattro dei sette componenti del nuovo Direttivo del Siai, uno dei quali rappresenterà i non giornalisti. Tre componenti invece, da Statuto, vengono designati dall’Associazione stampa romana. Fate pervenire le vostre candidature al sito www.siainquilini.it, in modo da poterle rendere note in queste due settimane. In extremis, ci si potrà candidare anche il giorno dell’assemblea.

La scelta di tenere l’Assemblea al Don Orione, e non, stavolta, a Piazza della Torretta come da tradizione, è stata suggerita dal fatto che gran parte degli immobili che non sono stati messi in vendita sono ubicati nella vicina via dei Giornalisti.

Ma anche dagli altri palazzi rimasti in affitto (da via della Mendola a via Bucco, a via Salaria) sarà agevole arrivare, posteggiando l’auto all’interno del complesso. Naturalmente è raccomandata la partecipazione anche degli inquilini degli immobili destinati alla vendita, per la grande maggioranza dei quali il Siai ha conquistato un contratto della durata complessiva di otto anni: anche loro, nei prossimi anni, avranno bisogno dell’assistenza del nostro sindacato. Ad esempio su un tema caldo, come i lavori di manutenzione.

Immagine di default