Bando regionale per imprese femminili

0
375

Innovazione Sostantivo Femminile 2019” ai nastri di partenza. La nuova edizione del bando della Regione Lazio dedicato all’imprenditoria femminile che prevede contributi a fondo perduto in percentuale variabile con somme fino a 40.000,00 euro a progetto, sarà aperta dal prossimo 10 settembre per concludersi il 12 novembre, ultimo giorno utile per le candidature. 

Destinatarie dell’Avviso sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le Libere Professioniste, che sono Imprese Femminili, anche non ancora costituite alla data di presentazione della domanda, o Libere Professioniste con Partita IVA attiva ed hanno Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio.

L’agevolazione è un contributo a fondo perduto nella misura richiesta dal partecipante al bando per una percentuale misura tra il 50% e l’80% dell’importo complessivo del Progetto presentato e, comunque, non superiore a 40.000 euro. 

Sono progetti ammissibili tutti quelli che prevedono l’adozione di una o più nuove tecnologie o soluzioni digitali o processi e sistemi di innovazione aziendali tra quelli di seguito elencati (le Tipologie di Intervento):

  • tecnologie digitali e/o soluzioni tecnologiche consolidate che permettono di elaborare, memorizzare/archiviare dati, anche in modalità multilingua, utilizzando risorse hardware/software distribuite o virtualizzate in rete in un’architettura di cloud computing, quali ad esempio: realtà aumentata, wearable wireless devices e body area network, text e data mining, micro-nano elettronica, IoT (Internet of Things), piattaforme di erogazione servizi, internet e web 2.0, social media, eCommerce, eSupply Chain, GIS (Geographic Information System), new media, editoria digitale, piattaforme per la condivisione e il riuso di contenuti, sistemi di tracciabilità per l’autenticazione di prodotti e l’ottimizzazione di processi logistici;
  • processi e sistemi di automazione industriale per il miglioramento della qualità del processo produttivo e dei prodotti (ad esempio macchine a controllo numerico), anche in termini di sicurezza e sostenibilità (riduzione impatto ambientale, riduzione utilizzo risorse, quali ad esempio energia e acqua);
  • processi e sistemi produttivi flessibili, quali sistemi robotizzati “intelligenti”, interfacce evolute uomo-macchina, sistemi di programmazione e pianificazione intelligente dei compiti, in particolare per il miglioramento dell’efficienza energetica dei processi;
  • processi e sistemi di fabbricazione digitale, inclusa l’adozione di tecnologie digitali avanzate a supporto dei processi produttivi (ad esempio stampa 3D, prototipazione rapida, ecc.).

TEMPI: 

Il Progetto deve essere completato, pagato e rendicontato entro 9 mesi dalla data di concessione.

EROGAZIONE:

Il contributo sarà erogato, a saldo, in un’unica soluzione, a fronte della rendicontazione delle spese effettivamente sostenuteche deve essere effettuata esclusivamente on-line tramite il sistema GeCoWEB.

Per approfondire, questo il link 👈

Anche in questo caso, Stampa Romana, attraverso lo Sportello Europeo, offre assistenza ai colleghiper eventuali dubbi o chiarimenti sulla procedura da seguire o per aiutare nella partecipazione al bando.

Per richiedere un appuntamento, telefonare in Segreteria chiamando il numero: 06-68402730/06-68402732 o inviare una mail a segreteria@stamparomana.it.

Immagine di default