Seconda edizione Mojo Italia: un successo travolgente

0
336

20 seminari affollati e partecipati, un migliaio di giornalisti e giornaliste formate, alcuni tra i migliori conoscitori del Mobile Journalism in connessione con il web, i social, la sicurezza digitale, le fake news a disposizione dei colleghi come docenti.

Potremmo elencare le cifre nude e crude per definire la forza della seconda edizione del Mojo Italia festival ma non bastano a descrivere quello che è accaduto nel fine settimana romano.
È invece lo spirito, l’energia l’allegria la cifra della manifestazione organizzata da Stampa Romana e dall’associazione filmaker sotto la direzione di Nico Piro e l’aiuto del Coris Sapienza (main sponsor MasterCard, patrocinio Assessorato Crescita Culturale di Roma Capitale e media partnership di Repubblica, Dire e Radio tre Rai).


La comunità nata attorno al Mojo si è aggregata, ha avuto aggiornamenti sullo stato dell’arte del Mobile Journalism , ha trovato quello che nel gospel si direbbe il “call and response” con i docenti formatori impegnati a rispondere a domande e curiosità ben oltre le tre ore di durata dei seminari. 


Ha potuto testare un pezzo della trasformazione del nostro mestiere, interrogandosi anche sul proprio valore etico e deontologico alla luce di uno strumento, lo smartphone, accessibile e intimo nel racconto giornalistico.

Per Stampa Romana consolidare questo festival, un unicum in Italia, significa rafforzare il processo di riqualificazione professionale in cui da anni sta sfidando e impegnando i colleghi e le colleghe, convinti che sia una chiave di lettura forte dei processi produttivi in atto.
Un processo costante e generoso, quello formativo, lungo tre anni, un punto di riferimento non solo a Roma.Più di tante parole conta quello che ci ha scritto una collega. Una spinta ulteriore per il futuro.

“Festival eccezionale. Per motivi lunghi da spiegare qui, ieri sono tornata a casa con un entusiasmo e prospettive che non avevo da un po’. Grazie a voi”

Lazzaro Pappagallo
Segretario Associazione Stampa Romana 

Immagine di default