Denunce penali contro il sindacato. Pressione inaccettabile di Riffeser

0
245

Dopo un lungo confronto che ha portato a due giorni di sciopero di fronte a una dichiarazione importante di esuberi da parte della Poligrafici Editore, l’editore Riffeser invia una propria ricostruzione dei fatti di segno opposto a quella sindacale e chiusa dal “mandato a salvaguardare gli interessi aziendali nelle sedi competenti anche per il tramite di iniziative legali di stampo penale volte a denunciare il delitto di manipolazione del mercato e/o correlati fatti di diffamazione”.

Ci sembra questa nota una intimidazione e un attacco violento e senza precedenti al sindacato e alle sue prerogative incluse il diritto di sciopero.

Rifletta la politica se le iniziative degli editori, incluso una pesantissima pressione sui prepensionamenti, rappresentino l’unico modo per rilanciare un settore colpito da anni di crisi.

Segreteria ASR 

Immagine di default