ASR incontra ministra Dadone. Applichiamo correttamente la legge 150

0
319

Una delegazione di stampa romana composta da Lazzaro Pappagallo e Alessandra Rotolo per la segreteria e da Anna Astrella per la consulta degli uffici stampa ha incontrato la ministra della funzione pubblica Fabiana Dadone.
La ministra ha confermato il suo impegno per dare applicazione definitiva alla legge 150 e per riordinare il settore.


Per farlo bisognerà individuare la strada per proteggere i colleghi che hanno già in essere un contratto giornalistico, soprattutto negli enti locali, con la formula del ruolo ad esaurimento e subito dopo iniziare la trattativa per la definizione delle funzioni lavorative degli uffici stampa pubblici tra Fnsi e Aran.
Emerge dunque la possibilità sostenuta da Stampa romana di arrivare a un contratto di lavoro come modello per riconoscere la professionalità dei colleghi che già lavorano per la pubblica amministrazione con gli elementi di flessibilità nelle prestazioni capaci di garantire un servizio migliore per i cittadini.


Quella è anche la sede per definire il ruolo delle nuove figure professionali a iniziare dai social media manager entrati negli uffici comunicazione delle pubbliche amminstrazioni, inquadrandoli correttamente sotto il profilo contrattuale e ordinistico se sono giornalisti.


Stampa Romana ha sottolineato alla ministra alcune zone critiche insostenibili per la nostra comunità a iniziare dall’assenza di un capo ufficio stampa da dieci anni in un ente importante come il Consiglio regionale del Lazio e i continui errori nella stesura dei bandi per gli incarichi di uffici stampa nelle amministrazioni locali.
Su tutti questi temi lo scambio di vedute è stato positivo e concreto. 


Seguiremo con attenzione tutti gli sviluppi sul piano legislativo e negoziale.

Immagine di default