Cpo Stampa Romana: solidarietà a Maria Grazia Mazzola. Siamo con lei

0
318

Il 16 gennaio alle ore 9.00 al Tribunale di Bari si svolgerà l’udienza preliminare di rinvio a giudizio di Monica Laera per l’aggressione fisica e verbale che nel 2018 perpetrò ai danni dell’inviata del Tg1 Maria Grazia Mazzola.

Monica Laera, già condannata in via definitiva per associazione mafiosa, moglie di Lorenzo Caldarola anch’egli condannato per mafia e componente del clan Strisciuglio del quartiere Libertà, sferrò un pugno in faccia alla collega Mazzola, “colpevole” di fare il suo lavoro di inchiesta sul suolo pubblico. 

Maria Grazia faceva domande scomode sul territorio che il clan Strisciuglio considera di sua proprietà. Laera dovrà rispondere di aggressione e minacce aggravate dal metodo mafioso. 

Ciascuno di noi può fare qualcosa per contrastare le mafie, dobbiamo tutti lottare affinché non esistano più nel nostro paese zone dove una giornalista non possa fare il suo lavoro perché la mafia esercita con violenza il suo controllo capillare. Per questo la Commissione pari opportunità di Stampa romana è al fianco della collega ed esprime tutta la sua solidarietà a Maria Grazia Mazzola, condividendo la scelta del segretario Lazzaro Pappagallo di costituirsi parte civile nel processo.

Immagine di default