Esodati: la creazione di un fondo per risolvere la questione

0
114

È assolutamente urgente affrontare e risolvere la questione degli esodati del settore.

Sono colleghi e soprattutto colleghe, ex dipendenti di società editoriali fallite, impossibilitate ad andare in pensione per la riforma Inpgi 2016 che ha modificato i requisiti di accesso al trattamento pensionistico.
Poiché questi colleghi hanno finito il trattamento di disoccupazione oggi vivono senza lavoro e senza pensione in una situazione di mortificazione sociale e di stentata sopravvivenza.
Abbiamo finalmente, dopo anni di dinieghi incomprensibili da parte dell’Inpgi legati alla privacy (abbiamo sempre chiesto non l’identità delle persone coinvolte ma la quantità) un numero del fenomeno.

Si tratta di una cinquantina di giornalisti e giornaliste.

Un emendamento presentato dal senatore pd Roberto Rampi nella legge di stabilità non è stato approvato per ragioni legate in larga misura alla copertura economica.

Chiediamo al sottosegretario all’editoria Martella un nuovo approfondimento della questione attraverso la creazione di un fondo specifico magari attingendo per le risorse alla parte di web tax riservata all’editoria.

Dobbiamo assicurare tutela e protezione a chi vive in questa condizione, come si è fatto per altre categorie di lavoratori esodati, e non condannarli ad un destino inesorabile.

Segreteria Associazione Stampa Romana

Immagine di default