La crisi non schiacci gli esodati. Attenti alle sofferenze dei quotidiani

0
259

Il Governo ha licenziato ieri misure per il sostegno al credito delle imprese. Se gli introiti massivi e i tempi di applicazione fossero rapidi questi soldi costituirebbero una boccata di ossigeno per le imprese, anche quelle editoriali.


L’attenzione alle esigenze dei produttori e delle aziende non deve far dimenticare le sofferenze di chi oggi non ha alcuna misura di sostegno.
E’ essenziale che il Governo adotti misure per gli esodati e le esodate del settore. Anche per loro sia previsto un sostegno al reddito in misura almeno pari a quello del bonus per gli autonomi. Oggi sarebbe un primo passo di doverosa attenzione per individuare un percorso che domani risolva la questione.


Più in generale non possiamo trascurare gli scricchiolii pesanti che arrivano da alcune settimane dalla prima linea di informazione. I quotidiani stanno subendo tagli alle pagine, riduzione di numero e compensi dei collaboratori. Per molte testate potrebbero arrivare ulteriori stati di crisi. Eppure è sotto gli occhi di tutti il ruolo essenziale e decisivo svolto in questi giorni dai giornali per informare gli italiani sulla emergenza sanitaria. 


Il Governo imposti un lavoro per assicurare adeguata protezione al loro ruolo produttivo e informativo e garanzie e tutele per i lavoratori.

Segreteria Associazione Stampa Romana

Immagine di default