ASR alla Regione Lazio: Test sierologici per gli operatori dell’informazione

0
468

L’apertura dei siti informativi, redazioni e centri di produzione con una intensità maggiore rispetto alla fase 1 dell’emergenza Covid deve verificarsi sempre nel rispetto delle condizioni di sicurezza per la salute dei lavoratori.

I casi di positività in continua crescita al Covid riscontrati nell’hub produttivo più importante della Regione, la Rai di Saxa Rubra, ci inducono a tornare sul tema salute.

Per tornare a lavorare o continuare a lavorare in sicurezza e’ necessario che a tutti gli operatori dell’informazione, tra cui i giornalisti e le giornaliste, sia dato il modo di sottoporsi in modo massiccio a test sierologici (ed eventuali tamponi).

Una possibilità/diritto da concedere ai dipendenti delle aziende tenute a garantire la loro salute ma anche alle centinaia di lavoratori autonomi che rischiano di lavorare ogni giorno con lo spettro della pandemia addosso.

Solleciteremo tutte le parti sociali per una richiesta congiunta alla Regione Lazio in modo da garantire con i test quel diritto pubblico all’informazione certificato anche dalla legislazione speciale Covid.

Segreteria Associazione Stampa Romana