Aggressione a Marconi e Marchetti: arrivano le condanne

0
225

Il tribunale di Roma ha condannato a 5 anni e mezzo di carcere Vincenzo Nardulli e Giuliano Castellino, due esponenti di primo piano dell’estrema destra romana. 

I due avevano aggredito l’anno scorso al Verano nella commemorazione di Acca Larentia il giornalista Federico Marconi, cronista dell’Espresso, e il fotografo Paolo Marchetti. 

Sono state riconosciute le richieste del pubblico ministero Eugenio Albamonte che partiva dalle ipotesi di reato di lesioni, rapina aggravata e minacce.  

I giudici ribadiscono il principio e la prassi della libertà di informare senza alcun tipo di ostacoli.

Con questa sentenza i giudici ribadiscono il principio che aggredire i giornalisti e impedire alla stampa di informare l’opinione pubblica equivale ad offendere la democrazia e lo stato di diritto.

Una lezione che Castellino, gridando alla fine della lettura della sentenza “siete una manica di buffoni”, evidentemente non ha ancora appreso.

Segreteria Associazione Stampa Romana

Immagine di default