Consiglio di Stato su Inpgi: gli atti della gestione immobiliare devono essere trasparenti. L’istituto ha natura pubblica

0
236

Gli atti dell’inpgi devono essere trasparenti e a disposizione degli iscritti.


Lo aveva deciso lo scorso anno il TAR.


Lo conferma il Consiglio di Stato che rigetta, ad esclusione di un solo passaggio, il ricorso dell’Inpgi contro la decisione del TAR ottenuta in seguito al ricorso di Pier Angelo Maurizio e altri colleghi, assistiti dall’avvocato Vincenzo Perticaro.


Interesse all’accesso agli atti concreto e attuale quello del giornalista anche in quanto semplice iscritto Inpgi perché l’attività di gestione del patrimonio immobiliare – scrivono i giudici – “non si può ritenere meramente privatistica ma ha un sicuro rilievo di interesse generale ed è sottoposta al controllo della Corte dei Conti”.

Non solo.

“Il generico interesse dell’associato alla prudente e corretta amministrazione del patrimonio dell’ente – sottolineano le toghe – assume un connotato di palpabile concretezza, in relazione alle criticità collegabili ad una perdita finanziaria, specialmente se ingente”.

Ha diritto il collega all’accesso agli atti anche per valutare la stabilità previdenziale dell’istituto “perché l’operazione di conferimento immobiliare ha implicazione sia sulla stabilità complessiva dell’ente che sulla vendita degli immobili stessi” a cominciare dal prezzo.

Infine ancora una volta il Consiglio di Stato ribadisce il carattere pubblicistico dell’attività dell’Inpgi che conserva una funzione strettamente correlata all’interesse pubblico, costituendo la privatizzazione una innovazione di carattere strettamente organizzativo.

Pertanto nel giro di un mese l’istituto dovrà consentire l’accesso agli atti del conferimento da Inpgi a Investire del patrimonio immobiliare e della stima che ha consentito di rivalutare il patrimonio da 690 milioni a 1,2 miliardi nel 2013.

Ed ora nell’interesse di tutti, alla luce dei preoccupanti ultimi bilanci e in vista del tavolo negoziale con la Presidenza del Consiglio, sarà utile alzare il velo sulla gestione del patrimonio immobiliare dell’istituto di previdenza dei giornalisti italiani.  

Segreteria ASR

LEGGI LA SENTENZA

sentenza

Immagine di default