Ddl Di Nicola sui collaboratori. Equo compenso per la giustizia sociale della categoria

0
127

Il disegno di legge sui compensi dei collaboratori delle testate giornalistiche presentato in Senato (primo firmatario Primo Di Nicola) ripropone un tema centrale nel nostro mondo.

È doveroso tutelare chi nella nostra professione sopravvive al di fuori del contratto di lavoro racimolando compensi da fame.

È una declinazione del tema dell’equo compenso ancora fermo sul tavolo della presidenza del consiglio.

È fondamentale, anche e soprattutto in un tempo come questo in cui la pandemia sta riducendo le possibilità di lavoro per collaboratori e freelance, stabilire compensi chiari e rispettosi dell’articolo 36 della Costituzione.

Stampa Romana, come ha già fatto, sosterrà ogni intervento sull’equo compenso perché senza giustizia sociale non ci sono diritti.

Senza compensi adeguati abdicheremo tutti al ruolo e alla funzione di una stampa libera e democratica.

Segreteria ASR

In allegato il ddl Di Nicola

DdL-compensi-giornalisti-e-conflitto-di-interessi

Immagine di default