Cerca
Close this search box.

Webinar

Gender mainstreaming e agenda ONU 2030

* Procedura necessaria per ottenere i crediti formativi.

13.00

Il corso

Una società che voglia davvero permettere a donne e uomini di avere le stesse possibilità ha bisogno degli strumenti giusti. In che modo? Il mainstreaming gender è un approccio strategico che si pone l’obiettivo di realizzare politiche capaci di contrastare le disuguaglianze di genere, a partire da un’analisi dei meccanismi alla base di queste disuguaglianze che sono trasversali e che non sono compatibili con i principi cardine delle società democratiche.

Nel nostro Paese, tra l’altro, nell’art 3 della Costituzione si legge che tutte le cittadine e i cittadini hanno pari dignità e sono uguali davanti alla legge. L’Agenda  2030 per lo Sviluppo sostenibile è un programma d’azione basato su 17 obiettivi, sottoscritto  nel 2015 da 193 Paesi membri dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.

I 5 concetti chiave iniziano con la lettera P: Persone, Prosperità, Pace, Pianeta, Partnership.  Ma a che punto siamo? Nell’ultimo Rapporto Asvis (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile) si legge che l’Italia è in ritardo. Sicuramente alcuni imprevisti come i cambiamenti climatici, la pandemia e le guerre ne hanno rallentato il percorso. E allora, quali sono le criticità più preoccupanti? Nel frattempo la violenza di genere e le discriminazioni a vario titolo sono sempre all’ordine del giorno…

.

 

Docenti 

  • Stefano Ferrante, giornalista La7, segretario associazione stampa romana
  • Laura Moschini, esperta e studiosa Convenzione di Istanbul, docente di Etica e socia fondatrice e componente del comitato scientifico di Gio (Osservatorio interuniversitario Studi di Genere)
  • Annalisa Corrado, ingegnera meccanica specializzata in analisi di impatto ambientale dei sistemi energetici, referente conversione ecologica Segreteria PD, responsabile dello sviluppo di progetti innovativi per AzzeroCO2 e delle attività tecniche di Kyoto Club
  • Rossella Muroni Sociologa ed esperta in sostenibilità ambientale e fa parte dell’ufficio di presidenza di Green Italia e del Forum Diseguaglianze e Diversità
  • Prisca Donzelli Criminologa e avvocata esperta in violenze di genere e tutela dei minori
  • Dora Iacobelli Dirigente Coopfond Spa, è coordinatrice del gruppo di lavoro sul Goal 5 di ASviS (Alleanza nazionale per lo Sviluppo Sostenibile)
  • Lazzaro Pappagallo, giornalista Rai

Docente organizzatrice e moderatrice 

Marina Cocozza, giornalista esperta di comunicazione e linguaggi

 

Altri metodi di pagamento e policy sui rimborsi

Condividi questo corso:

Perché scegliere i nostri corsi?

83

Corsi e laboratori
organizzati nel 2019

5620

Giornalisti
che hanno scelto i nostri corsi

830

Ore di formazione
svolte nell'ultimo anno

Domande frequenti

Posso acquistare il corso direttamente online?

Sì, certo. Ti puoi iscrivere al corso aggiungendolo al carrello e finalizzando l’acquisto pagando con carta di credito.

Perché i corsi sono suddivisi in Primo e Secondo Livello?

I corsi di Primo Livello affrontano conoscenze e pratiche base e sono dunque indirizzati a chi si avvicina per la prima volta ad una materia. Il Secondo Livello è invece pensato per chi ha già frequentato il Primo o per chi ha una comprovata esperienza equivalente.

Possono partecipare soltanto gli iscritti all’Ordine dei giornalisti?

No, la nostra formazione è aperta a tutti, dunque anche ai non giornalisti. Tuttavia gli iscritti all’Odg hanno la precedenza sui non iscritti in caso di raggiungimento del limite massimo dei posti disponibili.

Chi sono i docenti di Stampa Romana?

I nostri docenti sono tutti professionisti attivi mondo del giornalismo e della comunicazione, costantemente aggiornati su tutte le novità di settore.

I corsi prevedono una parte pratica?

Ogni corso è progettato e realizzato per trasmettere ai partecipanti non solo conoscenze teoriche ma anche il know how dell’esperienza sul campo. Gli appuntamenti prevedono dunque vari momenti di applicazione degli strumenti studiati in aula.

Acquistando il corso si ha diritto automaticamente ai crediti formativi?

No, per acquisire i crediti formativi è indispensabile registrarsi al corso anche sulla piattaforma Sigef.

[wpv-conditional if="( ($(wpcf-registra-tramite-api) eq 'si') AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional] [wpv-conditional if="( ($(wpcf-registra-anche-non-giornalisti) eq 'si') AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional] [wpv-conditional if="( ( $(wpcf-tipo-corso) eq 'webinar-pagamento' ) AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional] [wpv-conditional if="( ($(wpcf-tipo-corso) eq 'webinar-gratuito' ) AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional]

Il network