Cerca
Close this search box.

Webinar

Sicurezza sul lavoro. A che punto siamo?

* Procedura necessaria per ottenere i crediti formativi.

13.00

Il corso

Nei primi otto mesi del 2023 sono arrivate all’Inail 383.242 denunce di incidenti sul lavoro, di cui 657 mortali. Circa 20 in meno rispetto al 2022. Ma l’Amnil (Associazione mutilati e invalidi sul lavoro) in un’audizione al Senato ha ricordato che questi dati non tengono conto degli eventi che interessano gli oltre 2 milioni di lavoratori non assicurati con l’Inail e pertanto non inclusi in queste statistiche. E gli stessi dati non tengono conto di tutti gli infortuni e le malattie professionali che si verificano ai danni di lavoratori irregolari, che raramente vengono denunciati come spesso accade nel settore agricolo. In aumento anche le malattie professionali.

Questa la situazione in Italia. Ma cosa accade negli altri Paesi europei? Quanto sono importanti l’informazione e la formazione? Esiste una cultura della sicurezza? Di quali strumenti è importante avvalersi?  E ancora: quali normative intervengono a tutela del lavoratore?

.

 

Docenti 

  • Stefano Ferrante, Giornalista La 7, segretario associazione stampa romana
  • Cristina Raschio, giornalista RaiNews24 esperta in economia
  • Marcello Coppo parlamentare, capogruppo di Fratelli d’Italia in Commissione d’inchiesta sulle condizioni del lavoro in Italia. Avvocato  esperto di Lavoro, Previdenza e Tributario
  • Fabio Bosticco Consulente per la sicurezza aziendale. RSPP di numerose attività industriali e artigiane. Coordinatore provinciale AIAS (Associazione Italiana Ambiente e sicurezza). E’ stato tra gli auditi nella commissione d’inchiesta sulle condizioni di lavoro in Italia in merito all’indagine sulla strage di Brandizzo
  • Emidio Deandri Vicepresidente nazionale ANMIL e componente del Consigio Nazionale con deleghe alle gravi disabilità, amianto, affari legali. Membro Co.Co.Pro Inail di Taranto e CIV (Consiglio di indirizzo e vigilanza) Inail per ANMIL. Capo squadra  del laboratorio chimico-fisico dell’Ilva
  • Vincenzo Di Nucci Vicepresidente  dell’Ordine TSRM e PSTRP in ambito sanitario su Roma e provincia, si occupa di sicurezza, controllo  salute, prevenzione in ambiente e luoghi di lavoro. Attività che svolge come tecnico anche presso l’ASL Roma 5. Laureato in Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione, è docente e formatore in diversi atenei italiani.  
  • Lazzaro Pappagallo, giornalista Rai

Docente organizzatrice e moderatrice 

Marina Cocozza, giornalista esperta di comunicazione e linguaggi

 

Altri metodi di pagamento e policy sui rimborsi

Condividi questo corso:

Perché scegliere i nostri corsi?

83

Corsi e laboratori
organizzati nel 2019

5620

Giornalisti
che hanno scelto i nostri corsi

830

Ore di formazione
svolte nell'ultimo anno

Domande frequenti

Posso acquistare il corso direttamente online?

Sì, certo. Ti puoi iscrivere al corso aggiungendolo al carrello e finalizzando l’acquisto pagando con carta di credito.

Perché i corsi sono suddivisi in Primo e Secondo Livello?

I corsi di Primo Livello affrontano conoscenze e pratiche base e sono dunque indirizzati a chi si avvicina per la prima volta ad una materia. Il Secondo Livello è invece pensato per chi ha già frequentato il Primo o per chi ha una comprovata esperienza equivalente.

Possono partecipare soltanto gli iscritti all’Ordine dei giornalisti?

No, la nostra formazione è aperta a tutti, dunque anche ai non giornalisti. Tuttavia gli iscritti all’Odg hanno la precedenza sui non iscritti in caso di raggiungimento del limite massimo dei posti disponibili.

Chi sono i docenti di Stampa Romana?

I nostri docenti sono tutti professionisti attivi mondo del giornalismo e della comunicazione, costantemente aggiornati su tutte le novità di settore.

I corsi prevedono una parte pratica?

Ogni corso è progettato e realizzato per trasmettere ai partecipanti non solo conoscenze teoriche ma anche il know how dell’esperienza sul campo. Gli appuntamenti prevedono dunque vari momenti di applicazione degli strumenti studiati in aula.

Acquistando il corso si ha diritto automaticamente ai crediti formativi?

No, per acquisire i crediti formativi è indispensabile registrarsi al corso anche sulla piattaforma Sigef.

[wpv-conditional if="( ($(wpcf-registra-tramite-api) eq 'si') AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional] [wpv-conditional if="( ($(wpcf-registra-anche-non-giornalisti) eq 'si') AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional] [wpv-conditional if="( ( $(wpcf-tipo-corso) eq 'webinar-pagamento' ) AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional] [wpv-conditional if="( ($(wpcf-tipo-corso) eq 'webinar-gratuito' ) AND ($(wpcf-popupform) neq '1') )"] [/wpv-conditional]

Il network