Asr parte civile, premiato il lavoro della macro area articolo 21

0
123

La costituzione di parte civile dell’Associazione stampa romana, accolta dal Tribunale di Latina nel procedimento contro Gianluca Tuma che ha minacciato il collega Vittorio Buongiorno, è frutto di un lavoro iniziato da tempo con la macro area “Articolo 21”.

Un gruppo di colleghi che ha svolto e svolge una serie di attività a tutela della libertà di informazione e che sin dall’insediamento ha deciso di essere a fianco dei cronisti minacciati, con azioni che andassero oltre la semplice quanto importante espressione di solidarietà.


Per questo già a dicembre 2016 ( https://stamparomana.it/2016/12/22/costituzione-parte-civile/ ) si era raggiunto un accordo con un pool di avvocati che ha messo a disposizione le sue capacità per tutelare i giornalisti e per essere presente nei processi che si fossero aperti per i colleghi minacciati.


La decisione del Tribunale di Latina, prima del genere per Stampa Romana,  conferma che siamo nella direzione giusta. Chi minaccia i giornalisti e chi presenta querele temerarie o maxi e ingiustificate richieste di risarcimento del danno, sappia che troverà il sindacato presente e che i colleghi non saranno lasciati soli. Abbiamo avuto una giusta intuizione, tre anni fa, con Graziella Di Mambro che allora la coordinava e gli altri componenti della macro area, nell’intraprendere la strada della costituzione di parte civile e ringrazio ancora gli avvocati che ci danno il loro sostegno.


Le macro aree di Stampa Romana sono uno strumento operativo di lavoro, aperto a tutti i colleghi che vogliono dare il loro contributo, un modo nuovo di partecipare alla vita sindacale della categoria.

Giovanni Del Giaccio

Coordinatore Macro Area Libertà di informare

Twitter @GiovanniDelGia 

Immagine di default