Radio Città del Capo: le precisazioni

0
207

Pubblichiamo la richiesta di rettifica di Giovanni Stinco inviata al segretario dell’Associazione Stampa Romana Lazzaro Pappagallo.

A questo link, l’articolo pubblicato sul nostro sito il giorno 1 febbraio 2020 dal titolo “RADIO CITTÀ DEL CAPO: L’ALTRA VERITÀ”

RETTIFICA

Cari colleghi, caro direttore, qui di seguito il testo della rettifica che vi chiedo di pubblicare integralmente e nei tempi e le modalità previste dalla legge.

Allego, visto che lo cito, il responso dei provibiri di Aser.

Un cordiale saluto

Giovanni Stinco


“Vi scrivo in merito alla lettera che avete pubblicato il 1 febbraio, e che avete intitolato “Radio Città del Capo: l’altra verità”. Con questo titolo avete dato spazio ad alcune affermazione che si sono rivelate non veritiere e che hanno seminato dubbi sulla correttezza del mio operato e di quello di tutti i colleghi di Radio Città del Capo. 

Nello specifico si faceva il mio nome – giornalista dell’emittente bolognese Radio Città del Capo nonché fiduciario di redazione – e si parlava della mia come di una rappresentanza sindacale “illegittima”. Affermazioni definitivamente smentite dall’esito di un ricorso promosso contro quell’elezione dalla collega Chiara Colasanti, una delle firmatarie delle lettera sopra citata da voi pubblicata. Colasanti, hanno scritto i probiviri di Aser (l’Associazione della Stampa Emilia-Romagna), non aveva nessun titolo per partecipare all’elezione che ha portato alla mia nomina perché non apparteneva alla redazione di Radio Città del Capo. 

Il motivo è semplicissimo: contratti alla mano i fiduciari si nominano all’interno del perimetro redazione, non fuori da esso. Una verità elementare per ogni giornalista, tanto più se anche sindacalista. Mi rincresce dunque che, per ristabilire la verità, io sia stato obbligato ad una rettifica. Cordiali saluti”